polpette_riso_alla_grigia_ricetta_2
Finger Food Salati

Polpette di Riso alla Grigia

Le polpette di riso alla Grigia sono uno sfizioso finger food, mini supplì con una impanatura super croccante fuori e dal cuore filante di mozzarella, una vera delizia, perfette per arricchire un buffet per un aperitivo con gli amici o come secondo piatto da portare a tavola in qualsiasi occasione.

polpette_riso_alla_grigia_ricetta
Questa ricetta è molto semplice e veloce da preparare, anche se richiede qualche passaggio in più perché bisogna cuocere il risotto la sera prima in modo che si possa rassettare e raffreddare per bene. In questo modo sarà più facile dare forma ai supplì!

In questo modo il risotto avrà un gusto davvero eccezionale, buonissimo da mangiare anche così!! Una volta pronto e freddo, la maggior parte del lavoro è fatto.

La ricerca delle materie prime è molto importante per la buon riuscita delle polpette, proprio come per la vera Grigia, ho utilizzato il guanciale di Amatrice e il Pecorino romano Dop.

Per rendere ancora più golose le polpette di riso alla Grigia, ho messo all’interno un cuore di mozzarella fiordilatte, che si fonde in cottura. Volendo potete sostituire la mozzarella con qualsiasi altro formaggio a pasta filante.

Mini arancini super croccanti, l’impanatura fatta in tre passaggi: farina, uovo e infine pangrattato fa si che in cottura mantengano perfettamente la forma senza rompersi. Vi consiglio di farle riposare in frigorifero almeno 1 ora prima di friggerle in olio bollente!

Ho servito le polpette di riso alla grigia insieme ad un mix di patatine fritte homemade, patete viola, dolci e pasta gialla!! Super Yummy!!

polpette_riso_alla_grigia_ingredienti

Ingredienti:

  • 150 gr di guanciale a pezzetti
  • 320 gr di riso Carnaroli
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • brodo vegetale q.b.
  • 120-150 gr di Pecorino romano grattugiato
  • burro q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • 125 gr di mozzarella tagliata a quadretti piccoli

Per l’impanatura:

  • 2-3 uova medie
  • pangrattato q.b.
  • farina q.b.
  • olio di arachidi per friggere q.b.

 

Procedimento:

  1. Giorno 1: Preparare il risotto alla Grigia. Portare a bollore il brodo vegetale in un pentolino. In un’altra padella rosolare il guanciale finché non diventerà croccante e ben rosolato. Scolare il guanciale su carta assorbe per togliere il grasso in eccesso e tenere da parte.
  2. Tostare il riso nel fondo di cottura del guanciale quindi procedere come un normale risotto, sfumare con il vino bianco e continuare la cottura aggiungendo un mestolo di brodo bollente per volta. Salare leggermente e cuocere per circa 15 minuti, aggiungere il pepe e il guanciale croccante. A fine cottura, mantecare il risotto alla Grigia con una noce di burro e il pecorino grattugiato.
  3. Lasciare raffreddare il risotto prima di conservarlo in frigorifero, per una notte, in una pirofila di vetro coperto con la pellicola.
  4. Giorno 2: Tagliare la mozzarella a dadini piccoli e farla scolare in un colino per eliminare il latte in eccesso. Preparare tre ciotoline: in una ciotolina sbattere le uova, nell’altra mettere la farina e nella terza il pangrattato. Cuocere i cubetti di melanzana, schiacciare la polpa con la forchetta e metterla da parte a raffreddare.
  5. Prendere il risotto dal frigorifero e formare con le mani delle piccole polpette al centro posizionare un quadratino di mozzarella quindi coprire con al riso e formare il supplì. Passare le polpette prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto e infine nel pangrattato. Procedere così per tutte le polpette, metterle in frigorifero per circa un’ora prima di friggerle.
  6. In un tegame dai bordi alti, scaldare l’olio di arachidi fino ad una temperatura di 180 gradi circa.
  7. Friggere le polpette poco alla volta, girandole delicamenti per qualche minuto, finché non saranno ben dorate. Sollevarle con una schiumarola e farle asciugare su carta assorbente.
  8. Servirle ben calde!

Le polpette di riso alla Grigia sono davvero super squisite e piene di gusto, una vera bontà!! Le polpette si sa piacciono proprio a tutti, piccole pepite ricche di gusto e se sono fritte ancora di più!! Non vi resta che mettervi all’opera! Bon appetit!

Write a comment